OMA-URI
Pacho Baratta

Windows 10 Azure AD Joined Local Admins

Cosa fare se un utente modifica i local admins di un device Windows 10 Azure AD Joined? Cosa fare se questo utente cancella i SID dei ruoli amministrativi predefiniti?

Quando si esegue la join ad AAD di un decice Windows 10, il gruppo dei local admins sarà fatto così:

  • il default Administrator (disabilitato)
  • l’utente utilizzato per fare logon ad Azure AD (nella forma DOMINIO\Utente se sincronizzato da AD o altrimenti nella forma UPN)
  • il SID dei global admins
  • il SID degli Azure AD Device Administrator role

E’ importante mantenere questi due ultimi SID tra i local admins, altrimenti sarà complicato amministrare il device.

Che fare quindi se un utente con privilegi di local admin decide di cancellare questi SID? Fortunatamente è possibile utilizzare Microsoft Endpoint Manager (MEM, aka Intune).

In sostanza si può utilizzare la funzionalità di RestrictedGroups per assegnare correttamente la membership dei Windows 10 Azure AD Joined Local Admins.

In breve:

  • si recuperano gli objectID dei ruoli interessati (Global Admins e Azure AD Device Administrator)
    • Get-AzureADDirectoryRole
  • si convertono gli objectID in SID
    • ci sono vari modi per farlo, trovo molto comodo il sito https://erikengberg.com/azure-ad-object-id-to-sid/
  • si crea il Configuration Profile necessario
    • OMA-URI ./Vendor/MSFT/Policy/Config/RestrictedGroups/ConfigureGroupMembership
    • Data Type: String
    • Value:

<groupmembership>
<accessgroup desc = “Administrators”>
<member name = “Administrator” />
<member name = “AzureAD\test01@yootest.onmicrosoft.com” />
<member name = “S-1-12-1-1134367840-1234567890-2597790112-1234567890″/>
<member name = “S-1-12-1-1134367840-1234567890-3212008617-1134367840” />
</accessgroup>
</groupmembership>

Guarda il video per vedere l’intero processo

Non fermarti qui, continua a leggere

Paolo Masoni

Integrazione, ottimizzazione e miglioramenti dei sistemi di cattura e diffusione di una sala meeting

Negli ultimi anni la sala meeting ha cambiato strutturalmente definizione: da spazio interno dedito a presentazioni locali, ove la comunicazione con l’esterno poteva essere un “di più”, a spazio ibrido volto alla videocomunicazione come funzione di base e alla comunicazione verso l’esterno nelle attività quotidiane. Questo cambio di paradigma ha portato l’integrazione delle tecnologie ad […]

Stefano Vivarelli

Il rilancio della meeting room panoramica?

Ormai siamo abituati a trend di mercato in varia misura influenzati dalle nuove funzionalità che vengono rilasciate da Microsoft con gli aggiornamenti della piattaforma Microsoft Teams e in particolare sui dispositivi MTR (Microsoft Teams Rooms). Siamo di fronte al ritorno della meeting room panoramica? Front Row: sarà anche questa volta una di “quelle volte”? La […]

Camilla Mancini

L’acustica in una sala riunione: audio, design e comfort

L’acustica rappresenta uno dei più importanti strumenti strategici che abbiamo a disposizione all’interno dei luoghi di lavoro, capace di garantire il comfort del lavoratore, oltre che di prevenzione delle problematiche legate alla percezione della cattura e diffusione dell’audio. Un’attenzione particolare è riservata alle sale riunioni, dove il riverbero contribuisce ad un impatto negativo per il […]